Coronavirus e viaggi USA: la situazione oggi

Ultim’ora: Governo USA chiude i viaggi dall’Europa

È di oggi la notizia che anche Donald Trump ha annunciato la sospensione di tutti i voli provenienti dall’Europa verso gli Stati Uniti causa Coronavirus. Resta escluso da questo divieto il Regno Unito.

La notizia ha innescato forti malumori all’interno della community di viaggiatori americani, come si può dedurre dalla dichiarazione di Roger Dow, Presidente ed Amministratore Delegato della US Travel Association, che chiede di prendere in considerazione misure altrettanto aggressive a tutela dell’industria del turismo statunitense.


 

L’emergenza Coronavirus, di grande e grave attualità di questo periodo, si è inevitabilmente manifestata anche nel comparto del turismo e degli spostamenti delle persone tra i vari Paesi del mondo. Ovviamente anche gli Stati Uniti hanno dovuto modificare le varie procedure per l’ingresso dei cittadini italiani nei loro confini, così come per quelli statunitensi che vogliono o devono raggiungere l’Italia e buona parte dell’Europa.

Coronavirus e viaggi negli Stati Uniti
Coronavirus e viaggi negli Stati Uniti

 

Coronavirus e voli Stati Uniti oggi

L’attuale situazione per chi ha in programma un viaggio negli Stati Uniti – che cercheremo di tenere aggiornata – prevede il test della temperatura corporea in partenza per tutti i passeggeri, ma non esiste al momento alcun problema di accesso negli USA a chi parte dall’Italia in buone condizioni fisiche, ovvero non esiste il rischio di venir messi in quarantena una volta giunti sul territorio statunitense. Ovviamente nel caso venisse riscontrato un caso di positività immediatamente si attiveranno le procedure necessarie per evitare qualsiasi forma di contagio.

Vi consigliamo di monitorare il sito dell’Homeland Security con informazioni aggiornate sulle restrizioni ai passeggeri in arrivo negli USA: https://www.dhs.gov/publication/notices-arrival-restrictions-coronavirus

Il Governo Americano ha dato delle chiare indicazioni ai propri cittadini con l’invito a non effettuare viaggi verso la sola Cina in una fase iniziale, ma oggi anche le regioni dell’Italia particolarmente colpite sono soggette a tali restrizioni, non a caso American Airlines e Delta hanno soppresso le tratte aeree da e verso gli aeroporti di Milano, in quanto la Lombardia, come il Veneto, viene considerata a Livello-4 (il massimo di pericolosità) dal Governo USA.

In data 10 marzo American Airlines ha comunicato di aver sospeso i voli da Roma (FCO)  per Philadelphia (PHL) fino alla fine di aprile, estendendo le sospensioni de i servizi tra Milano (MXP) e Roma (FCO) verso Chicago (ORD) e Charlotte (CLT) fino ad inizio estate. Sarà prevista per inizio estate anche la ripresa dei voli tra Venezia (VCE) e Chicago (ORD).

 

Cosa fare se ho prenotato un viaggio negli USA?

Le compagnie aeree statunitensi American Airlines e Delta hanno sospeso i voli da e per Milano dopo che il Governo americano ha alzato a 4 il livello di pericolosità le aree italiane maggiormente colpite dal COVID-19, più comunemente conosciuto come Coronavirus. Quindi per tutti coloro che hanno prenotato voli da Malpensa per raggiungere gli aeroporti JFK di New York e di Miami (Florida) è necessario che contattino le due compagnie o l’agenzia viaggi che ha prenotato il viaggio negli USA per valutare e capire come procedere per alternative o per il rimborso del volo cancellato.

Al momento tali cancellazioni sono previste fino al 25 aprile per American Airlines e fino al 1-2 maggio per Delta. Tutti gli altri voli operano regolarmente.

 

Voli USA Italia cancellati per Coronavirus

Chi avesse già prenotato un volo sulle suddette tratte verrà avvisato dalla compagnia stessa o dall’agenzia di viaggio che ha effettuato la prenotazione.

 

American Airlines rimborsi Coronavirus

Nel caso di voli cancellati per Coronavirus l’utente verrà contattato direttamente da American Airlines oppure dall’agenzia che ha prenotato il volo, al fine di trovare un’alternativa al viaggio oppure poter accedere al totale rimborso dello stesso. In questo caso è anche possibile accedere alla pagina dedicata aa.com/refunds e seguire tutte le indicazioni fornite.

 

Situazione United Airlines voli Stati Uniti

United Airlines ha diramato un comunicato dove annuncia che per far fronte al calo della domanda di nuovi viaggi è stata costretta ad apportare delle variazioni ai loro operativi di volo. Tutto questo per cercare di creare sempre meno difficoltà alla clientela e dirottando i passeggeri su voli alternativi il più possibile vicino al volo originariamente prenotato. Nella maggior parte dei casi la differenza rimarrà contenuta in poche ore rispetto alla prenotazione originale, la compagnia – comunque – invita tutti a tenere monitorato la sezione “Agency Rebooking Parameters” e “Travel Waivers” sul sito United Jetstream al fine di poter verificare le opzioni a disposizione.

 

Delta e rimborsi voli cancellati per Coronavirus

Delta ha temporaneamente sospeso tutti i voli giornalieri che collegano gli aeroporti di Milano Malpensa (MXP) con il John Fitzgerald Kennedy di New York (JFK), l’ultimo volo verso l’Italia lunedì 2 marzo, dalla città lombarda a quella statunitense martedì 3 marzo. Anche il volo estivo della tratta tra il JFK e Venezia che doveva riprendere il 1 aprile è stato posticipato al 1-2 maggio, data per la quale si dovrebbe riaprire anche la tratta con Milano.

Chi si è trovato ad avere un viaggio cancellato per Coronavirus può consultare il sito della compagnia aerea alla sezione I Miei Voli per valutare le varie opzioni offerte, rimborsi o opzioni aggiuntive. Delta offre anche una pagina costantemente aggiornata che puoi visitare a questo link.

 

Altri Voli USA problema Coronavirus

Al momento la compagnia aerea  Emirates, nonostante la cancellazione dei voli verso la Cina, Bahrein ed Iran, non ha previsto modifiche ai piani di volo tra Italia e Stati Uniti. Le uniche restrizioni verranno effettuate verso tutti i passeggeri che hanno visitato la Cina o l’Iran negli ultimi 14 giorni.

Analogamente si comportano, per il momento, anche Air Canada, British Airways, Iberia, Norwegian, TAP.
Consigliamo, comunque, di controllare sempre sui siti ufficiali delle varie compagnie aeree o chiedere informazioni alla propria agenzia viaggi di riferimento.

Continua a seguirci attraverso questa pagina del nostro sito e sui nostri canali social Facebook e Instagram che cercheremo di tenere in costante aggiornamento, per offrire un sempre miglior servizio verso tutte le persone che devono intraprendere un viaggio negli USA.

Pagina aggiornata al giorno 12 Marzo 2020 alle ore 13:53