Coronavirus e viaggi USA: la situazione oggi

ULTIM’ORA:
Come da recente comunicato CDC pare che a partire dal giorno 26 gennaio 2021 ai passeggeri diretti negli USA verrà chiesto un documento che attesti la loro negatività al Coronavirus, anche in aggiunta ad eventuale vaccinazione avvenuta. Tale documento dovrà avere data di massimo tre giorni antecedenti la partenza e consentirà, oltre che l’accesso in territorio statunitense, la possibilità di potersi muovere liberamente per 90 giorni.

ATTENZIONE: Il tampone viene richiesto a chi è autorizzato a viaggiare (esempio studenti, alcuni tipi di lavoro etc… MA NON PER TURISMO). Chi non rientra in queste categorie NON verrà imbarcato. Per maggiori informazioni leggere qui.

Posso viaggiare negli Stati Uniti? Ecco la domanda a cui cerchiamo di dare risposta con quel che leggerai in questa pagina.

Da quando, nello scorso mese di febbraio, il Covid si è manifestato come la tragica pandemia che ben tutti conosciamo è, inevitabilmente, cambiata la nostra vita. I viaggi – ovviamente – hanno risentito fortemente di tutte quelle necessarie limitazioni per cercare di limitare i danni causati dal virus.

Anche tutti gli spostamenti da e per gli USA hanno subito drastici tagli e i dati riportati dai vari Consolati ci confermano il grave problema causato.

Anche se con i mesi di settembre e ottobre è avvenuta una parziale riapertura delle tratte aeree tra Italia e Stati Uniti, ovviamente viaggi non destinati ai turisti (come da disciplinare del Governo degli Stati Uniti, che autorizzava trasferte per motivi di lavoro, studio, salute e per il ricongiungimento famigliare) all’arrivo su territorio statunitense, si dovrà rispettare l’obbligo di regime della quarantena fiduciaria da fare per 14 giorni in un luogo di propria scelta. Utili info qui.

Da tenere in grande considerazione anche le severe restrizioni per chi è stato in una serie di nazioni – tra cui l’Italia – nei 14 giorni precedenti il viaggio, fanno eccezione casi quali un esplicito invito da parte del Governo americano, essere un componente delle Forze Armate, avere speciali visti tra cui quello Nato, oppure avere documenti emessi dal Dipartimento di Stato o della Homeland Security.

Si può andare negli USA oggi?

Da lunedì 20 Luglio 2020 sono riprese le attività di rilascio visti, anche se con numeri ridotti e non per tutte le categorie, sebbene tutti i Presidential Proclamations restino in vigore (maggiori informazioni QUI).

Per maggior sicurezza e per sapere se si è idonei a raggiungere il territorio americano è consigliato contattare il Dipartimento di Stato e il vettore aereo. A questo link maggiori informazioni aggiornate: https://esta.cbp.dhs.gov/faq?focusedTopic=Schengen%20Travel%20Proclamation

NIE – National Interest Exemption: si tratta di una serie di visti ammessi al viaggio secondo specifiche condizioni, es. visto di lavoro H1b o L1 esclusivamente se legati al lotta al COVID-19 (QUI).
Gli studenti già in possesso di un visto F o M possono viaggiare mentre i possessori di visto J1 devono richiedere l’esenzione NIE in base al distretto di residenza e secondo specifici parametri perchè rientrano nella lista di restrizioni di uno specifico Presidential Proclamations.

In caso gli studenti non abbiano ancora il visto devono seguire le istruzioni per la richiesta.

Per maggior sicurezza e per sapere se si è soggetti alla sospensione è consigliato contattare il Dipartimento di Stato e il vettore aereo. A questo link maggiori informazioni aggiornate

All’inizio del mese di Marzo 2020 l’allora Presidente USA Donald Trump aveva annunciato la sospensione di tutti i voli provenienti dall’Europa verso gli Stati Uniti causa Coronavirus, innescando forti malumori all’interno della community di viaggiatori americani. Decisione che si ripercuote, inevitabilmente, sul settore turistico statunitense.

Dal giorno 16 marzo 2020 l’ingresso negli Stati Uniti è sospeso, quindi, per la maggior parte delle persone che non siano cittadini americani o da coloro che hanno una regolare certificazione di residenza. Ogni viaggiatore che cercherà comunque di affrontare il viaggio si vedrà annullare la propria Esta. La stessa Esta non rimborserà le domande che sono state cancellate a causa della sospensione governativa.

Per maggior sicurezza e per sapere se si è soggetti alla sospensione è consigliato contattare il Dipartimento di Stato e il vettore aereo. A questo link maggiori informazioni aggiornate: https://esta.cbp.dhs.gov/faq?focusedTopic=Schengen%20Travel%20Proclamation

ATTENZIONE: tutti i viaggiatori muniti di ESTA attualmente su suolo americano possono richiedere di estendere la permanenza su territorio statunitense per ulteriori 30 giorni nel caso non fossero in grado di lasciare gli Stati Uniti. Per maggiori informazioni consulta l’approfondimento ESTA e Coronavirus.

Voli Stati Uniti Italia COVID Free

Da martedì 8 dicembre e fino al 15 febbraio 2021 per chi arriva dagli Stati Uniti in Italia – invece – non è più prevista la Quarantena, come da comunicato congiunto emesso da Aeroporti di Roma e Alitalia sui 3 voli settimanali che uniscono la Capitale con New York. A tutti i passeggeri in arrivo a Fiumicino verrà richiesta l’esecuzione di un test antigenico, un doppio controllo (la prima parte verrà effettuato a NYC) che esenterà i passeggeri provenienti dagli USA dall’obbligo di quarantena.

Resta invariata la necessità di fare la quarantena all’arrivo negli USA.

Il consiglio è sempre quello di chiedere informazioni all’arrivo negli USA.

Per chi viaggia è bene sapere – inoltre – che è obbligatorio indossare sempre una mascherina chirurgica durante tutto il volo, la quale dovrà essere sostituita ogni 4 ore.

È – quindi – consigliato partire con un congruo numero di mascherine per non incorrere in spiacevoli provvedimenti.

All’imbarco ti verrà chiesto di compilare un’autocertificazione che attesta che non hai avuto contatti con persone positive al Covid-19.

Coronavirus e viaggi negli Stati Uniti

Voli USA Italia situazione 2021

Alitalia

Roma FCO-New York JFK

dal 25/10 al 15/12 il martedì, giovedì, domenica

dal 16/12 al 28/2 il lunedì, martedì e sabato volo covid tested

dal 1/3 il lunedì, martedì, giovedì, sabato, domenica

American Airlines

Tutti i voli sono soppressi fino all’inizio orario estivo 2021

Opera voli all cargo con velivoli passeggeri adattati sulle rotte Milano – Philadelphia e Roma – Dallas / Philadelphia.

Nell’estate 2021 non saranno operate le rotte :

Charlotte – Roma, Milano Malpensa – Miami, Venezia – Chicago/Philadelphia

Delta Air Lines

Milano MXP-New York JFK – sospeso dal 2/12 al 1/3 il lunedì / martedì / giovedì / sabato / domenica. Continuerà ad operare solo come cargo. Dal 2/3 e’ di nuovo in vendita anche il segmento passeggeri il martedì / giovedi / sabato.

Roma FCO-Atlanta dal 20/12 al 27/3 il mercoledì / venerdì / domenica – volo Covid tested

Emirates

Milano MXP-New York JFK le vendite sono state spostate da iniziò marzo a giugno

Norwegian

Non opererà mai più voli di linea long haul

United Airlines

dal 5/3/2021 sono in vendita voli giornalieri da Milano e Roma per New York EWR. Nessuna release della compagnia aerea ad ora ne conferma l’effettivo operatività

Opera voli all cargo plurisettimanali su aeromobili passeggeri con merci palletizzate e non sulla Milano-New York EWR, Roma FCO – Chicago / New York EWR


Consigliamo, comunque, di controllare sempre sui siti ufficiali delle varie compagnie aeree o chiedere informazioni alla propria agenzia viaggi di riferimento.

Continua a seguirci attraverso questa pagina del nostro sito e sui nostri canali social Facebook e Instagram che cercheremo di tenere in costante aggiornamento, per offrire un sempre miglior servizio verso tutte le persone che devono intraprendere un viaggio negli USA.

 

Pagina aggiornata al 22 febbraio 2021

Hai trovato utili queste informazioni? Condividile!

FacebookWhatsAppTwitterPinterest