Nuovo coronavirus e USA: facciamo chiarezza sui requisiti d’ingresso

Coronavirus e viaggi negli Stati Uniti

Ad oggi non ci sono restrizioni per viaggiatori asintomatici

Roma, venerdì 6 marzo 2020. Le informazioni disponibili sul sito Viaggiare Sicuri, la bibbia dei viaggiatori che si recano all’estero, per entrare negli Stati Uniti d’America, mostrano alcune discrepanze con la situazione reale riscontrata dai passeggeri in viaggio verso il Paese.

Il link menzionato sul sito dell’Unità di Crisi della Farnesina, là dove si legge “…consiglia a titolo precauzionale una quarantena domiciliare volontaria di 14 giorni” fa riferimento alle direttive emanate dal CDC Center for Disease Control and Protection per i cittadini americani che viaggiano in Italia e non già per i cittadini italiani che si recano negli Usa:

https://wwwnc.cdc.gov/travel/notices/warning/coronavirus-italy

Alle compagnie aeree che operano voli diretti per gli Usa non risulta alcuna richiesta di quarantena all’arrivo nel Paese e nessuno dei passeggeri contattati, giunti negli Stati Uniti d’America negli ultimi due giorni, si trova o gli è stato richiesto di fare una quarantena.

La US Travel Association ustravel.org e l’ufficio del turismo degli Stati Uniti d’America Brand USA thebrandusa.com non sono a conoscenza di restrizioni o richieste di quarantena per i viaggiatori italiani.

L’associazione Visit USA Italia chiede quindi all’Unità di Crisi, al solo fine di fare chiarezza e con spirito di collaborazione, di adeguare le informazioni presenti sul sito Viaggiare Sicuri alle reali condizione riscontrate sul campo.

 

Associazione Visit Usa Italia c/o U.S. Commercial Service (American Consulate)
Via Principe Amedeo, 2 – 20121 Milano P.IVA 13368610153
Tel. +39 02 6268.8536 Fax +39 02.65.96.561 infodesk@visitusaita.org | www.visitusaita.org