Eat Local & Buy Local in the Rockies – Montana

Acquistare qualcosa di autentico nelle Rockies e’ facile: tutto il mondo Western con i suoi leggendari simboli e’ disponibile. Stivali e cappelli da cowboy soprattutto. Manufatti di pelle, splendide cinture, nonche’ le mitiche fibbie dei cowboy e dei rodei, quindi un paio di originali Wrangler. Così come e’ affascinante poter scegliere un pezzo unico e pregiato dell’artigianato dei Nativi d’America: non esisterà mai un duplicato e certamente l’opera manuale con piume, perline e pellami raggiunge livelli da opera d’arte. Non mancano manufatti di artigiani ed artisti locali, pittori e scultori, intagliatori del legno e delle corna di cervo, gioielleria tribale, pelli e pellicce. E per gli amanti di cose vecchie, antiquariato Old West si scoprono veri tesori.

MONTANA SILVERSMITH -L’incipit di questa azienda del Montana che forgia accessori western style d’argento suona così: “C’è un luogo in tutti noi che si chiama Montana. Si conosce il Montana quando lo si vede. E’ autenticamente, distintamente ed unicamente Americano. Porta con sé lo spirito della grande frontiera Western che ancora prospera in luoghi che neanche si trovano sulla mappa. Le medesime qualità che rendono il Montana grande si trovano in ogni singolo pezzo d’argento forgiato a mano di Montana Silversmiths.” Ampia è la selezione di gioielli d’argento, accessori e fibbie proposte dalla casa. Montana Silversmiths è anche il produttore ufficiale delle famose fibbie dei cowboy dell’Associazione Professionale Rodeistica Americana, PRCA. Forgia infatti le fibbie dei vincitori finalisti del Wrangler NFR, producendo anche collezioni a tiratura limitata, oggetti preziosi e commemorativi, ognuno numerato da 1 a 500. Queste fibbie rare e molto belle sono d’argento e d’oro. Tra le altre produzioni anche dettagli decorativi per selle, bottoni ed altri elementi dell’abbigliamento western. Da circa 40 anni Montana Silversmiths continua la tradizione della lavorazione dell’argento dalla sede di Columbus, MT, fornendo tutto il mondo western USA con lavorazioni manuali che facilmente sono disponibili in numerosi negozi in tutta la regione delle Montagne Rocciose. Gli artigiani esperti sono tra i migliori del West e creano prodotti che combinano design tradizionale western, stile moderno unico, cesellature preziose e brillanti e cura spasmodica del dettaglio. Prima di presentare ogni singolo prodotto nella classica confezione di velluto blu, ogni singola creazione passa un test di 25 tappe di certificazione qualitativa. Per questo motivo ogni oggetto o regalo che porti il marchio Montana Silversmiths è un acquisto autentico e di qualità, MADE IN MONTANA.

La CUCINA delle Rocky Mountain
La cucina delle Montagne Rocciose è una delle svariate cucine regionali americane. Alcuni tra i piatti più caratteristici sono la carne di bisonte e le leggendarie Rocky Mountain oyster.
In una zona che e’ caratterizzata da una paesaggistica aspra e con climi rigidi, i coloni impararono in fretta a sopravvivere, avvantaggiandosi della ricca fauna nativa disponibile a profusione. Il risultato e’ una cultura gastronomica che apprezza ogni singolo ingrediente e rivolge sempre uno sguardo al passato per dare sostegno ad ogni piatto. Le vette delle montagne e gli altipiani elevati offrono molta selvaggina; pertanto fino a quando giungevano le diligenze anche i pionieri che non possedevano mandrie al pascolo, riuscivano sempre a sostentarsi. Ancora oggi le carni servite in tavola sono teneri bisonti, carne di cervo, fagiano e quaglie così come trote fresche dei fiumi e dei laghi, branzini e luciperca. All’epoca del Wild West i pionieri che affrontavano l’attraversata delle Rocciose, caricavano carri di vettovagliamento – chuckwagon – e cominciavano a percorrere le lunghe tratte di un faticoso viaggio sulle montagne. I pasti consistevano di carni stufati e pani che potevano essere cucinati in Dutch oven o in tegami di ferro. I coloni diventarono esperti di conservazione del cibo, essiccando ed affumicando, conservando sottaceto e fermentando. Nei ranch attuali delle praterie queste tecniche sono ancora ampiamente usate con l’ausilio di prodotti locali. Un buon esempio di pietanza è il Denver o Western Sandwich: il pioniere preparava uova strapazzate aggiungendovi cipolle, peperoncini e moltissime spezie. Manzo ed agnello è la base di molti pasti di montagna e i rancher hanno appreso a cucinare in anni trascorsi durante duri inverni, tanto da non sprecare mai i prodotti della natura: ecco che anche i testicoli di toro sono le squisite Rocky Mountain oysters, uno dei piatti più iconici della regione.

MONTANA

  • GK JERKY – Deer Lodge, MT and Bannack State Park – sud-ovest Montana. In una partnership singolare ed unica, il National Park Service e i Montana State Park usano la storia per creare anche prodotti utili a beneficio del sistema dei parchi nazionali e dei parchi statali del Montana. GK Jerky é disponibile – infatti – per l’acquisto in svariate location del Montana ed online. La relazione ebbe inizio nel 1862, quando 3 giovenche furono condotte da un cattle ranch a Deer Lodge verso Bannack, la capitale territoriale che sfamava i cercatori d’oro. Oggi il Grant Kohrs Ranch, un National Historic Site che opera ancora come cattle ranch, dispone di carne magra di manzi allevati ad erba, che contribuiscono alla distinta qualità del beef jerky. Disponibile nelle fragranze Original e Peppered, il jerky é confezionato localmente nel Montana, senza aggiunta di ormoni, steroidi antibiotici o MSG. Tutti i proventi della vendita del jerky supportano Montana Parks ed il National Park Service. Per l’elenco delle location d’acquisto o per la storia del Grant-Kohrs o Bannack State Park si può visitare: www.nps.gov/grko o www.stateparks.mt.gov/parks.
  • Huckleberry del Montana: la gemma viola dello stato. Ogni agosto c’è la corsa alla raccolta dell’huckleberry nel Montana, stato che vanta i posti principali di raccolta di questa celebre bacca in tutta la regione delle Rockies. La stagione è breve e la competizione si fa dura (è anche il cibo favorito dai grizzly!), e la cascata di huckleberry si straforma poi in marmellate, gelatine, vino, salsa per il barbecue. Gli esperti ghiotti di Huckleberry sanno che la miglior bacca é grassoccia, viola e dolce, ricorda il mirtillo ma é più ricca, più gustosa. Peter Stickney, curatore emerito dell’ University of Montana Herbarium ha studiato la bacca per anni ne ha identificate ben sette specie nello stato del Montana. Gli huckleberry che si raccolgono sono il globe huckleberry (vaccinium globulare) ed il big huckleberry (vaccinium membranaceum), due specie praticamente identiche. Il Nord-ovest del Montana produce il miglior huckleberry; le foreste Flathead e Kootenai e l’area di Glacier sono i luoghi migliori. Il frutto cresce prevalentemente in zone di montagna. Ogni anno, da oltre 30 anni, a Trout Creek nel nord ovest del Montana si tiene l’HUCKLEBERRY FESTIVAL che nacque grazie ad un gruppo di artisti in cerca di un posto ove vendere le loro creazioni. I venditori della bacca accettarono di proporre anche arte. Il festival propone la gastronomia a base di huckleberry: torte, gelati, paste, cheesecake, bevande. C’é anche un pancake breakfast ed una competizione di Huckleberry Dessert. Oltre a tutto ciò ovviamente almeno 100 artisti ed artigiani mostrano e vendono le proprie creazioni nel Trout Creek Community Park. Trout Creek é stata nominata “Huckleberry Capitol of Montana” dalla legislature dello stato nel 1981. Il festival si svolge ogni anno nella settimana del secondo venerdì di agosto. Happy Huckleberrying! Infine: un assaggio di paste fresche e di Huckleberry Macaroons si fa al Polebridge Mercantile in località Polebridge. E’ un’antica panetteria che esiste da 100 anni e – a detta di esperti – è THE BEST del pianeta per i dolci, la gente e gli scenari spettacolari che si godono dal suo portico. E’ probabilmente una testimonianza rara di una tradizione che continua in un luogo remoto del Nord Ovest del Montana. Ha originalmente funzionato come general store. Il Polebridge Mercantile fin dagli inizi é stato il cuore sociale ed economico di North Fork e la porta d’accesso al Parco Nazionale di Glacier. Cinque gli edifici storici che qui sorgono e costituiscono il L. Adair General Mercantile Historic District inserito nel National Register of Historic Places nel 1983 a rappresentare un’impresa mercantile dei tempi passati del Montana. Il Mercantile è aperto sette giorni la settimana da maggio all’ultimo weekend di novembre.
  • Il Montana – Big Sky Country – serve alcune tra le migliori bistecche degli Stati Uniti. Tutte di manzo naturale Angus ma se non si ama la carne poco cotta, allora non si ha fortuna. I menù del Montana dispongono non solo di bistecche di gran rispetto, ma anche della poesia della carne rossa: più al sangue è, meglio è! Se doveste richiedere una bistecca ben cotta potreste sentirvi rispondere: “that’s not available here”. Per chi ama la carne tre sono le esperienze da non mancare: 1) Polpette di Bisonte alla Haskill Station a Whitefish: sembrerebbe un antipasto, ma in realtà è un piatto a tutti gli effetti! 2) Burger di Cervo allo Slippery Otter Pub di West Yellowstone. 3) Bison Poststickers al Montana Ale Works di Bozeman.