Eat Local & Buy Local in Pennsylvania

5 rooftop da non perdere a Philadelphia

Philadelphia – Godetevi ogni minuto della brezza delle notti primaverili e le calde giornate estive presso uno dei numerosi rooftop di Philadelphia.
Terrazze con vista, altezze vertiginose, cocktail e prelibatezze culinarie, Philly mette in tavola tutti gli ingredienti per una piacevole serata all’aria aperta.

Di seguito 5 location da non perdere in città:

1 Stratus Rooftop Lounge – 433 Chestnut St
Situato all’undicesimo piano del Kimpton Hotel Monaco, Stratus è un fantastico ritrovo durante tutto l’anno con ampi spazi interni ed esterni. Numerose le sedute per ospitare coppie e gruppi di amici e un menù di cocktail veramente invidiabile. Per accompagnare l’aperitivo, il lounge bar offre una grande varietà di tapas, tra le più famose bocconcini di gamberi in salsa piri piri e cavolfiore scottato con cipolline sottaceto.  Nei weekend ancora più divertimento con musica live e DJ set.

2 Revolution House – 200 Market St
Revolution House reclama il titolo di unico rooftop del quartiere di Old City e offre ai suoi clienti una bellissima terrazza all’aperto con bar, stufe per le serate più fresche e tanto verde in un edificio del 1789. Pizza, focaccia, insalata e aperitivi tra le prelibatezze del locale.

3 Bok Bar – 1901 S 9th St
Sul tetto di una scuola pubblica ormai dismessa a South Philly sorge una delle terrazze più alla moda di Philadelphia con tramonti e vista mozzafiato sulla città. Il menù estivo del Bok Bar include alcune specialità asiatiche come il banh mi e polpettine di sesamo grandi quanto una palla da baseball. Non dimenticate di ordinare un bicchiere di vino rosé per completare la vostra serata.

4 Rooftop Beer Garden – Cira Green
Gli abitanti di Philly adorano i beer garden, per questo ce ne sono moltissimi in città. Il Rooftop Beer Garden si trova a University City vicino il parco di Cira Green. Quest’ultimo sorge proprio dall’altro lato del fiume rispetto a Center City e offre pertanto fantastiche vedute sullo skyline di Philadelphia e un’area ideale per pic-nic. Il beer garden è aperto solo il venerdì sera dal 21 aprile al 23 giugno. Ogni settimana propone birre a edizione limitata, sidro, vini e cocktail particolarissimi.

5 Assembly – 1875 Benjamin Franklin Pkwy
Uno dei rooftop più nuovi di Philly è l’Assembly del Logan Hotel che regala un panorama veramente unico con scorci su Benjamin Franklin Parkway e il Philadelphia Museum of Art da un lato e sul City Hall dall’altro. Poltrone comodissime e morbidi cuscini accolgono i clienti che possono rilassarsi intorno ai falò all’aperto tra bollicine, cocktail creativi e finger food.

Philadelphia Convention & Visitors Bureau (PHLCVB), www.discoverPHL.com, ente privato no profit, è l’agenzia ufficiale di promozione turistica della città di Philadelphia a livello globale, responsabile della promozione e marketing del Pennsylvania Convention Center. Il PHLCVB compete con i suoi omologhi in tutto il mondo per congressi e promozione turistica a livello internazionale. PHLCVB dispone di reparti dedicati ai mercati multiculturali, sportivi e scientifici.

“Be local” e “Eat Local” a Philadelphia

 Non è difficile sentirsi uno del posto a Philadelphia. Philadelphia è la seconda città della East Coast, ma si gira facilmente a piedi, ha le dimensioni di una metropoli, ma accoglie il visitatore con il calore di una cittadina di provincia. Prima destinazione Fairmount Park, dove gli abitanti della città amano fare jogging o andare in bicicletta. Un buon paio di scarpe da ginnastica per una passeggiata nel parco urbano più grande degli Stati Uniti, 10 volte Central Park. Se si ha ancora voglia di camminare o pedalare basta proseguire verso nord, lungo le sponde del Delaware River, che diventa una vera e propria oasi urbana durante l’estate Delaware River Waterfront. Qui i cittadini di Philadelphia adorano passare pomeriggi nello Spruce Street Harbor Park, con tanto di bar galleggiante e sedie a sdraio. Vita all’aperto anche al Dilworth Park, che è stato riaperto lo scorso autunno e si presenta oggi come un’ampia zona verde, arricchita da fontane, viali pedonali, istallazioni artistiche, bar con tavolini all’aperto e che si trasforma in un’ampia pista di pattinaggio sul ghiaccio durante l’inverno.

Seconda destinazione: Historic District, per respirare la storia degli Stati Uniti d’America e per vedere la famosa Liberty Bell, la campana della libertà che fu suonata nel 1776 per radunare i cittadini in occasione della lettura della Dichiarazione di Indipendenza. Bandiere a stelle e strisce ingiallite dal tempo, musica da film, fotografie d’epoca, patriottismo e tanta storia all’interno del National Independence Historical Park per rivivere i momenti che hanno segnato il destino degli Stati Uniti d’America.

E dopo aver visitato la residenza del primo Presidente degli Stati Uniti d’America, tappa gastronomica al Reading Terminal Market, antico mercato al coperto della città. Questo è il posto giusto per assaggiare le prelibatezze locali come la Philly Cheasesteak, simbolo dello street food della città, un panino inventato a Philadelphia quasi un centinaio di anni fa dall’italo americano Pat Olivieri, a base di bistecca, formaggio e verdure caramellate. Al Reading Terminal Market è possibile anche assaggiare le famose torte angel cakes, alte più di dieci centimetri, e altre specialità preparate dalla comunità Amish che risiede nella vicina Lancaster. Marmellate, composte di frutta, salse, pretzels, tutto preparato con ingredienti naturali e locali.
www.discoverPHIL.com