Eat Local & Buy Local in California

ENTERTAINMENT, FUN, SHOWS, SHOPPING AND CRAFT BEER

Universal Studios Hollywood
Se Hollywood è il posto dove i vostri sogni diventano realtà, questa è la vostra occasione per carpire i segreti di questo mondo di fantasia. Ubicato in un complesso irregolare che si sviluppa nella parte orientale delle colline di Hollywood, questo studio cinematografico e parco a tema ha condotto oltre 125 milioni di persone a vedere i set cinematografici, dove sono stati girati i film d’azione più adrenalinici della storia del cinema.
Focus Universal Studios Hollywood: http://www.visitcalifornia.com/it/destination/focus-universal-studios-hollywood | http://www.universalstudioshollywood.com/?view=1

Wizarding World of Harry Potter
Per i fan di Harry Potter nasce un nuovo luogo di culto. Grandi e piccini potranno immergersi nel mondo del celebre maghetto grazie alla nuova attrazione Wizarding World of Harry Potter, che riproduce fedelmente tutti i luoghi della saga di J.K. Rowling. L’attrazione comprende due giostre, una all’interno del castello e un’altra montagna russa all’aperto, il tutto vicino a negozi e ristoranti ricchi di dettagli presi dalla saga. La zona riproduce alcuni edifici della vecchia Londra, la stazione di King’s Cross da dove parte l’Hogwarts Express e Diagon Alley, accessibile attraverso un buco nel muro esattamente come si vede nel primo film, con numerosi negozi e punti ristoro e ristoranti nonché il Hog’s Head pub, dove si serve birra ai Muggles (giovanotti) che hanno superato i 21anni, perfettamente tematizzati ed integrati nel mondo di fiaba. Alla fine della strada è possibile ammirare la Gringotts con in cima un imponente drago sputafuoco.
Wizarding World of Harry Potter: http://www.visitcalifornia.com/it/attraction/il-magico-mondo-del-maghetto-harry-potter

Negozi, ristoranti, divertimento
Per una “full-immersion” di vita notturna, ristoranti e shopping assolutamente da non perdere, recatevi in questa affollatissima zona pedonale. Il passaggio dalla CityWalk è quasi obbligato: tutti i percorsi provenienti dal parcheggio principale del parco a tema finiscono direttamente qui. Anche se poi rischiate di non volervene più andare, è senz’altro una deviazione che vale la pena fare. L’ingresso è gratuito, potete quindi decidere di trascorrere qualche ora nel CityWalk anche se non avete i biglietti per il parco a tema. Il vicino gruppo di negozi, ristoranti e spazi di intrattenimento dello Universal CityWalk, vi consentirà poi di continuare la bella esperienza anche al di fuori del parco.
http://www.visitcalifornia.com/it/attraction/universal-citywalk

“Eat local” a San Francisco
una passeggiata nei famer’s market della città

 Il rosso del Golden Gate Bridge, i cable car che stridono su e giù per la città, l’ odore pungente del granchio al Fisherman’s Wharf e le inquietanti rocce dell’Isola di Alcatraz sono solo alcuni dei simboli di San Francisco più volte immortalati dalle grandi produzioni di Hollywood. E persino la fastidiosa nebbia che avvolge il Golden Gate Bridge durante l’estate diventa parte dell’atmosfera avvolgente che caratterizza la città.

Ma il tour di San Francisco questa volta non parte dai grandi classici ma da una cittadina di nome Berkeley, diventata famosa perché sede di una delle università più conosciute degli Stati Uniti, dove una signora chiamata Alice Water apre nel 1971 un ristorante di nome Chez Panisse destinato a diventare una vera e propria filosofia di vita. Proprio qui vanno infatti ricercate le radici del concetto di slow food, di cui Alice diventa pioniere. Utilizzare solo ingredienti locali, possibilmente provenienti da agricoltura biologica, tenendo conto di stagionalità e tempi di maturazione, insomma grande rispetto per la natura che si traduce in una cucina sana, colorata, caratterizzata dai sapori di una volta, i cui protagonisti sono gli chef che vanno essi stessi a fare la spesa nei mercati di frutta e verdura locale.

E allora la visita di San Francisco inizia proprio dai famosi farmer’s markets ormai inseriti a pieno titolo tra le attrazioni della città. Nove sono i mercati sparsi in quasi tutti i quartieri di San Francisco: SOMA, Yerba Buena, Financial District, Haight-Ashbury solo per citarne alcuni, ma sicuramente quello che attira il maggior numero di visitatori è il mercato che si svolge il martedì, giovedì e sabato presso il Ferry Building (Embarcadero) e che ospita più di 80 produttori locali certificati. Non solo frutta e verdura, ma anche dolci artigianali, marmellate, conserve, formaggi, il tutto prodotto praticando un concetto molto caro ai Californiani: eco-sostenibilità. Grande attenzione all’educazione alimentare del consumatore, che viene guidato all’acquisto e all’utilizzo dei giusti prodotti per ogni stagione attraverso dei veri e propri educational programs, che si svolgono ogni sabato, i cui protagonisti sono produttori locali e chef blasonati che preparano piatti prelibati utilizzando ingredienti a chilometro zero.

Agricoltura biologica, slow food, prodotti di stagione, chef di talento, il tutto inserito in un contesto caratterizzato da diversità e innovazione: un mix perfetto che ha fatto eleggere San Francisco prima destinazione culinaria degli Stati Uniti dai lettori del famoso magazine Saveur. Grandi riconoscimenti anche dalla nota guida Michelin che nel 2015 ha dato ben tre stelle a due famosi ristoranti di San Francisco, Benu e Saison e ha confermato il top rating a due ristoranti nella Napa Valley: The French Laundry e the Restaurant at Meadowood .

Per informazioni visitare il sito www.sanfrancisco.travel