La Regione del Sud

Clima mite, spiagge di sabbia bianca, eccezionali campi da golf, la patria della musica, celebri campi di battaglia ed un cibo come in nessun altro posto degli USA – il Sud è solitamente e giustamente chiamato la regione più originale, singolare del paese.
La Regione del Sud include: Alabama, Arkansas, Florida, Georgia, Kentucky, Louisiana, Mississippi, Nord Carolina, Sud Carolina e Tennessee, anche Portorico e USVI.
Il viaggio nel sud comincia dalla Florida: il territorio di questo stato si estende su una penisola baciata dal sole con oltre 1700 chilometri di coste sabbiose lungo l’oceano Atlantico ed il golfo del Mexico. La ricerca della vostra spiaggia perfetta comincia ad Amelia Island, una piccola isola sulla barriera a breve distanza dalla costa dell’oceano Atlantico, dove non esiste altro che spiagge, pesca, vela, golf, tennis e alberghi di ottimo livello. La cittadina di Fernandino Beach mantiene un fascino di stile Vittoriano ma mostra anche l’eredità culturale delle otto dominazioni (spagnola, portoghese, francese, ecc) che, durante le loro esplorazioni e conquiste, sbarcarono sulle sue coste.
Il Florida’s Space Coast è ancora oggi l’unico luogo degli USA dal quale sono partite le spedizioni nello spazio. E’ possibile visitare ’Apollo/Saturn V Center, pescare nei fiumi o nell’ oceano Atlantico, fare surf in uno degli oltre 100 top spots, o semplicemente dedicarsi un bagno di sole, qui dove la temperatura media è 23°. A meno di un’ora, si trovano i parchi divertimento più famosi nel mondo. Walt Disney World, Universal Studios, SeaWorld e Discovery Cove sono tutti nelle vicinanze di Kissimee ed Orlando. Ma questa zona risulta molto appetibile anche per numerose altre attrazioni, tanti campi da golf, eleganti ristoranti e centri commerciali dove fare shopping. Miami è spesso chiamata la Riviera americana, per
la sua architettura stilizzata, la vibrante vita notturna ed un panorama gastronomico decisamente internazionale.
E’ il punto di partenza per visitare le Florida Keys, ma offre anche molte opportunità di praticare sport acquatici ed immersioni subacquee in questo tratto della costa. La Florida mantiene inalterato il suo aspetto selvaggio nel Everglades National Park, che è l’unico ecosistema al mondo del suo genere. Più a sud Islamorada – che si estende su 6 delle 880 isole delle Florida Keys – è conosciuta come la capitale mondiale della pesca. Key West infine è la meta ideale per la pesca e le immersioni; per concludere la giornata non mancate di assistere alla celebrazione del tramonto, che ogni sera artisti e musicisti di strada offrono ai passanti. Sulla costa del Golfo, sorge Naples, giustamente autoproclamatasi capitale mondiale del golf con 35 percorsi di ottimo livello. Affi ttate una canoa per osservare da vicino le mangrovie oppure con la vostra canna da pesca recatevi al Naples Pier. Nelle vicinanze di Marco Island i visitatori hanno solo l’imbarazzo della scelta tra spiagge, gite in barca a vela, avvistamento dei delfi ni e crociere notturne. Se siete alla ricerca della spiaggia ideale recatevi anche a Panama City e Destin, nella zona della Florida Panhandle, dove le spiagge somigliano ad immense distese di zucchero. Pensacola, la porta d’entrata nel Sunshine State, è la sede del famoso Blue Angels, uno dei più grandi musei d’aviazione al mondo oltre ad avere il record per un litorale incontaminato di oltre 80 chilometri.
Ad ovest la Florida confi na con l’ Alabama le cui spiagge di sabbia bianca si affacciano sul golfo del Mexico. Mobile Bay ha un eredità storica interessante ed è possibile praticare diverse attività all’aria aperta. Gli amanti del golf apprezzeranno sicuramente il rinnovato campo da golf Robert Trent Jones con 468 buche, 26 percorsi in 11 campi da golf. I numerosi campi da golf hanno reso l’Alabama, conosciuto anche come Heart of Dixie, una destinazione per gli appassionati di tutto il mondo, che siano professionisti o semplici principianti. Una volta terminato il percorso, nelle immediate vicinanze dei campi potrete approfi ttare di numerosi hotel, ristoranti e locali dove ascoltare musica dal vivo di ogni genere – folk, pop, blues o jazz. L’eredità musicale dell’Alabama è in mostra nel Alabama Music Hall of Fame di Tuscumbia, una cittadina nel nordovest dello stato. Gli spettacoli offrono una completa retrospettiva dei successi degli autori nati in Alabama come W.C. Handy, Tammy Wynette, Lionel Richie, Emmylou Harris, Nat King Cole e Hank Williams.
Non perdete il ritmo, state entrando in Mississippi. E’ qui che è nato il blues. Il Mississippi Blues Trail, immaginario percorso nelle radici del blues va da Biloxi (città natale di Jelly Roll Morton) a Wall (che ha visto i primi passi di Memphis Minnie). Tupelo è la città che ha dato i natali a Elvis Presley mentre a Meridian sorge il museo dedicato a Jimmie Rogers, riconosciuto fondatore della musica country. L’autostrada chiamata Natchez Trace attraversa paesaggi naturali ancora intatti dove sono presenti le testimonianze storiche dei Nativi americani, degli esploratori e pionieri che avanzarono in questi territori selvaggi. Natchez ha un centro storico con abitazioni e chiese di rilevanza artistica. A Jackson la residenza del governatore è aperta alle visite. Il Mississippi Crafts Center di Ridgeland offre una panoramica della storia dello stato attraverso numerosi oggetti dei Nativi. Sulla costa del Mississippi sono stati ricostruiti diversi alberghi e casino distrutti dai recenti uragani.
Al confine ovest della Louisiana, il fiume Mississippi River entra nello stato della Louisiana, una destinazione ricca di arte e cultura. A New Orleans l’influenza della cultura francese e spagnola è sicuramente evidente. Nel famoso quartiere francese ne è testimonianza la cattedrale di St. Louis di Jackson Square. L’aspetto più vivace e allegro della città lo si trova in Bourbon e Frenchmen streets, dove il suono dello jazz vi accompagna senza sosta. Per gli amanti del genere consigliamo il tour audio-guidato che si chiama Jazz History Walking Tour. Big Easy, così viene chiamata la città, ha molto altro da offrire per solleticare la curiosità dei visitatori. Lungo il Riverwalk si può passeggiare fino al Audubon Aquarium of the Americas. Si può visitare l’Audubon Zoo e successivamente assaggiare la locale cucina Creola e Cajun nei ristoranti della zona. A breve distanza da New Orleans, Houma si è proclamata Heart of America’s Wetland e le sue attrazioni lo confermano. E’ possibile fare un tour lungo i fiumi e gli stagni per scoprire la natura incontaminata delle paludi oppure recarsi a Terrebonne Loop per l’avvistamento degli uccelli. E non mancano la possibilità di pescare, apprezzare il cibo speziato tipico della regione o lasciarsi coinvolgere nelle sale da ballo dove si suona musica Cajun. Nel cuore della regione Cajun, Lafayette è famosa per la musica zydeco e per i sapori dei mudbugs (aragoste); inoltre musei e incantevoli residenze d’epoca che sorgono dentro le piantagioni. La vicina Avery Island, un’isola di circa 100 ettari è una riserva naturale dove vive e nidifi ca una specie locale di candidi aironi. Baton Rouge, la capitale nasce dalla fusione di diverse culture, Cajun, Creola e Old South. Nello zoo di Baton Rouge la visita può essere effettuata a comodo di un trenino. E’ possibile ballare al suono
della musica di una Zydeco band oppure prenotare tour nelle dimore storiche, nelle piantagioni e nelle case fantasma. Volgendo lo sguardo alla passato della Louisiana si scopriranno testimonianze storiche nelle cittadine e nelle strade di campagna. Lungo il fiume Mississippi si possono visitare le vaste piantagioni, la fabbrica di birra di Abita Springs oppure andare alla scoperta di Independence, la Little Italy della Louisiana. Per gli amanti dell’ambiente e della natura consigliamo il Sabine National Wildlife Refuge a sud di Hackberry. Il “marsh trail” dove vivono numerose aragoste è un paradiso per gli appassionati degli uccelli d’acqua, alligatori e animali che vivono in prossimità delle acque. Il Tammany Trace è un antico binario il cui percorso è stato convertito in un itinerario per passeggiate a piedi, in bicicletta ed a cavallo.
A diverse miglia di distanza sull’oceano Atlantico la Georgia insieme alla Louisiana risente ancora degli insediamenti spagnoli che colonizzarono questi territori. Gli spagnoli si insediarono nelle isole Golden – le odierne Brunswick, St. Simons, Sea, Little St. Simons e Jekyll. La pesca è una delle principali attività della regione nella quale non mancano anche spiagge e la possibilità di fare crociere su navi-casinò. Per gustare appieno i sapori dell’Old South, è d’obbligo una visita di Savannah, la città più importante della Georgia. Il centro storico fu edificato nel 1733. I caffè e ristoranti locali offrono ricette di una cucina semplice con prodotti del territorio. La sera i numerosi pub della città accolgono i visitatori. Atlanta non dovrà mancare nel vostro itinerario alla scoperta del New South style. La capitale dello stato è un centro culturale ma soprattutto è sede di eventi sportivi internazionali. Da visitare il Georgia Aquarium e lo Zoo. Un cambio del ritmo si impone visitando la regione chiamata High Country. La Chattahoochee National Forest offre ancora una natura incontaminata e su queste montagne ha inizio l’Appalachian Trail, un percorso di trekking lungo 3500 chilometri, fino allo stato del Maine.
A nord della Georgia, si trova il South Carolina. Myrtle Beach sul mare, è una cittadina con lunghissime incantevoli spiagge. Il Grand Strand è la meta preferita dalle famiglie – nuoto, parasailing, uscite in barca e pesca. Non mancano le opportunità di giocare a golf. La sera le luci di Broadway at the Beach e Barefoot Landing si accendono nei ristoranti, negozi e night club. Charleston sorge più a sud, in una regione di piantagioni e giardini botanici. Gallerie d’arte e ristoranti vi aspettano a fi ne giornata per trascorrere la serata. Per le famiglie consigliamo eco-tours alla scoperta della natura e una visita al South Carolina Aquarium.
A nord del South Carolina, entriamo nel North Carolina, una destinazione per ogni stagione dell’anno. Imbarcatevi sul traghetto che parte da Outer Banks per una visita dei fari e dei villaggi costieri. Ad ovest c’è Charlotte, sede di eventi sportivi. Nei sobborghi della città sorge U.S. National Whitewater Center, un centro sportivo dove praticare rafting, canoa e kayak in alcuni percorsi d’acqua artificiali. Non potrete che innamorarvi di Asheville, una curiosa cittadina nelle Blue Ridge Mountains con particolare cultura ed architettura. A Biltmore, sorge una castello di 250 stanze costruito nel 1895 dall’uomo d’affari George W. Vanderbilt mentre il Grove Park Inn, edifi cio costruito nel 1913 è sede di un laboratorio di arte e artigianato moderno. In auto a piedi è possibile percorrere il Blue Ridge Parkway e le Great Smoky Mountains, che sono i due parchi nazionali più visitati dello stato. Le Blue Ridge Mountains custodiscono la bellezza, l’eredità culturale e lo spirito della prima frontiera americana. E’ il luogo dove è nata la bluegrass music, dove ha avuto origine la cultura degli indiani Cherokee e dove è facile trovare oggetti di artigianato e prodotti del territorio circostante.
Proseguendo sulla Blue Ridge Parkway verso Ovest entriamo nel Tennessee, accompagnati dal vento che soffi a nel Smoky Mountains National Park. Da Pigeon Forge si gode una spettacolare vista sulle montagne. Non va dimenticata Nashville, casa del Grand Ole Opry e della Music City, nelle cui sale si assiste ai concerti dei migliori artisti. E poi Memphis e soprattutto Graceland, la casa di Elvis Presley.
Il Kentucky, a nord del Tennessee, è conosciuto come il Bluegrass State. La Daniel Boone National Forest con i suoi rilevi rocciosi è considerata come ilGrand Canyon del sud. La Bluegrass Region ospita numerosi allevamenti di cavalli e sul percorso chiamato Churchill Downs si corre il Kentucky Derby. A Lebanon è interessante fare un tour delle distillerie Maker’s Mark e fermarsi lungo l’itinerario chiamato Kentucky Bourbon Trail. Visitando il Mammoth Cave National Park avrete accesso ad una serie di caverne considerate le più grandi del mondo. L’area delle Western Waterlands, dove sorgono due grandi laghi artifi ciali è considerata un paradiso per gli amanti degli sport acquatici.
Arkansas offre ai visitatori laghi e fi umi dove lo sport più praticato è la pesca delle trote e delle carpe nel sud. Nella Ozarks Region è possibile navigare o pescare in un immenso (16,500 ettari) lago artificiale chiamato Greers Ferry Lake o visitare l’ Ozark Folk Center State Park per apprendere la storia e la tradizione culturale della regione. Hot Springs, è considerata la meta principale per i turisti che visitano le Ouachita Mountains, grazie alle sorgenti di acqua termale. Little Rock è la capitale dell’Arkansas e si trova sul fiume omonimo. Nel William J. Clinton Presidential Center è possibile visitare una riproduzione dell’ufficio ovale della Casa Bianca. Nei dintorni della città ci sono tante opportunità per divertirsi, numerosi parchi e alcuni campi da golf. Per conoscere le radici storiche dell’Arkansas è necessario recarsi nella Delta Region dove sbarcò Hernando DeSoto insieme ai conquistatori spagnoli nel 1531. Percorrendo la Great River Road, una strada panoramica lungo l’argine
ovest del fiume Mississippi, sarà possibile scoprire le tradizioni agricole e lo stile di vita del Old South, che affondano le loro radici nelle fertili campagne circostanti ancora oggi.
Gli esploratori provenienti dall’Europa lasciarono le loro tracce anche a Puerto Rico e nelle U.S. Virgin Islands nel mar dei Caraibi, a circa 1600 chilometri a sud ovest della Florida. Dalla storica capitale di Puerto Rico, San Juan, partono diverse iniziative per esplorare i siti archeologici delle antiche colonie spagnole.Casinò, musica, festival e accoglienti alberghi offrono una vivace vita notturna. La temperatura di Puerto Rico è estremamente mite per tutto l’anno e ciò rende la destinazione un luogo ideale per la pesca, gli sport acquatici, il tennis ed il golf. E perché no, anche rilassarsi su spiagge di sabbia bianca o dune di sabbia scura di origine vulcanica. Le montagne al centro dell’isola e la foresta tropicale dal clima secco sono l’ambiente perfetto dove osservare gli uccelli e la natura ancora incontaminata. Ad est di Puerto Rico si trovano le U.S. Virgin Islands: St. Thomas, St. Croix e St. John. Ognuna presenta ancora oggi l’impronta culturale delle colonie spagnole, olandesi, francesi, inglesi e danesi. Regate internazionali di yacht, pesca sportiva e golf insieme alle opportunità di fare shopping di beni di lusso: queste alcune delle attrazioni di Charlotte Amalie (dal nome di una regina danese), la capitale che si affaccia su una splendida baia e dove gli acquisti sono esenti dai dazi doganali. Dalle cime di questa isola si può ammirare lo spettacolare panorama su Magens Bay e le acque cristalline dei Caraibi .A St. Croix si possono visitare le antiche coltivazioni di zucchero, le case che sorgono nelle piantagioni, una distilleria di rum ed i vivaci porti dell’isola caratterizzati dalla abitazioni colorate con toni pastello. Il Virgin Islands National Park occupa quasi interamente la tranquilla isola di St. John, dove tra percorsi nelle foreste, baie nascoste e spiagge di sabbia bianca non ci sarà che l’imbarazzo della scelta.