La regione del Sud Ovest

Famosi casino e acclamati spettacoli; il canyon più celebre del mondo, allevamenti e ranch, maestose caverne e la più antica, celebrata e conosciuta città degli Stati Uniti. La regione del sud ovest è una combinazione unica di attraenti città, strade infinite e avventure per dodici mesi l’anno.
La Regione del Sud-Ovest include: Arizona, Kansas, Nevada, Nuovo Messico, Oklahoma e Texas.

 

Osservando le tracce nette dei suoi confini, è facile individuare il grande, arido Texas su una mappa. E una volta entrati nel secondo stato più grande d’America, scoprirete regioni molto differenti tra loro, dove c’è tanto da vedere e soprattutto da fare. La metropoli formata da Dallas e Forth Worth, rappresenta il più grande centro urbano dello stato. Meritano una visita il Nasher Sculpture Center, con la sua accattivante struttura parzialmente all’aperto, e il Dallas Musem of Art, che si trova nel Downtown Art District. Il Sixt Floor Museum è invece uno dei numerosi tributi dedicati al presidente John F. Kennedy che fu assassinato qui nel 1963. Fort Worth mantiene inalterato l’aspetto di città di frontiera grazie alle strade in ciottoli e le passerelle dello Stockyards National Historic District. E’ possibile fare shopping di articoli western, prendersi una pausa in un saloon oppure assistere ad un rodeo al Cowtown Coliseum. Nel distretto culturale, non mancate una visita all’apprezzato Kimbell Art Museum o all’Amon Carter Museum dove è esposta una collezione d’arte western ed infine al National Cowgirl Museum and Hall of Fame. Uscendo da Dallas-Fort Worth a breve distanza si incontrano le cittadine di Grapevine e McKinney dove si trovano edifi ci storici che vi riportano indietro nel tempo. Nel centro della città di McKinney sorge la Collin County Courthouse, un edificio costruito nel 1875 sede del tribunale; oggi completamente restaurato, ospita il Heard-Craig Center for the Arts. Grapevine ha una storica Main Street, un’ antica ferrovia a vapore per viaggiare nel passato e diverse cantine dove assaggiare il vino locale. Abilene, a due ore in auto da Fort Worth, ospita 9 colleges, alcuni musei e festival di tradizione locale. Sulla costa che si affaccia sul Golfo del Mexico è possibile praticare pesca d’altura, nuotare o andare a vela lungo le 624 miglia costiere (quasi 1000 chilometri) del Texas. Con il traghetto potete raggiungere Port Aransas, sulla punta più estrema di Mustang Island, isola sulla barriera conosciuta per il bird watching e gli sport acquatici. South Padre Island è invece il luogo migliore dove fare surf e rilassarsi su magnifi che spiagge e dune di sabbia. Houston, la più grande città del Texas, è famosa per essere la sede del NASA Space Center, che rese possibile il primo atterraggio sulla luna. Il centro della città ha un architettura moderna con eleganti centri commerciali e musei celebri come The Menil Collection o particolari come la Beer Can House. Vicino a San Antonio è obbligatoria una visita ad Alamo, dove l’omonimo forte fu sede di una famosa battaglia. Poi dirigetevi verso la zona di Riverwalk, piena di ristoranti e bar. Il territorio di South Texas Plains è un’area pianeggiante coperta di alberi di mesquite mentre la Rio Grande Valley è una destinazione popolare tra gli appassionati di bird watching.
Hill Country, nella parte centrale del Texas, sembra una tela ricamata di laghi, fiumi, verdi colline – e suono della musica. Infatti Austin, la capitale dello stato, è una città vivace e si è anche proclamata “capitale mondiale della musica dal vivo”. Nella regione collinare delle Panhandle Plains, sorge Amarillo, una moderna città western e porta d’ingresso al Palo Duro Canyon, il secondo più grande canyon degli USA. Ad ovest della città, Cadillac Ranch è una opera d’arte realizzata con automobili parzialmente sepolte nel terreno. Lubbok, circondata da fattorie, ranch e vigneti rende gli onori al suo più celebre – e più ascoltato – concittadino nel Buddy Holly Center.
El Paso, la città americana più grande sul confine messicano, ci da il benvenuto nel Big Band Country. Storici fortini sedi di celebri battaglie, città di frontiera ed il bellissimo parco nazionale Big Bend and Guadalupe Mountains sono tra le quintessenze della regione più ad ovest del Texas, dove il paesaggio è un susseguirsi di montagne, deserti e una scarsa vegetazione tipica dei terreni aridi.

 

Per i cowboys dell’Old West, l’Oklaoma era solo un territorio tra il Texas ed il Kansas. Ma per i contadini le vaste praterie dello stato ed il terreno estremamente fertile, divennero il luogo ideale dove vivere. Per conoscere l’eredità e la tradizione contadina, visitate uno dei numerosi ranch e fattorie che ospitano i turisti. Scegliete cosa vi piace di più, se una notte trascorsa in una fattoria tra i vigneti oppure una passeggiata a cavallo come un moderno cowboy attraverso i campi di grano. Gli abitanti dell’Oklaoma sono famosi per essere aperti e ospitali e questa fama è comprovata visitando Oklaoma City, la capitale. La città è stata sede di un grave attentato nel 1995 ma successivamente con rinnovato spirito ha costruito un nuovo Convention Center, un quartiere dedicato al divertimento e alcuni interessanti musei. Lo stupefacente Field of Empty Chairs ed il vicino museo commemorano quanto accaduto. Oggi gli abitanti ed i visitatori si incontrano a Bricktown, un’area di magazzini in disuso,
trasformati in ristoranti, bar e night club. L’Oklaoma City Museum of Art ospita la più ampia collezione al mondo di opere in vetro soffiato opera di Dale Chihuly. Certo anche da qui le praterie non distano molto. Basterà percorrere le passerelle sospese sopra migliaia di capi di bestiame nella Stockyards City, il più grande mercato al mondo di bestiame. Oklaoma ha forti legami con i Nativi Americani, come risultato in parte del Trail of Texas, il trattato che decise, nel 1830, il trasferimento di migliaia di Nativi dalle loro terre di origine fino a questa regione. I loro discendenti celebrano ogni anno il Red Earth Festival dove centinaia di tribù partecipano con celebrazioni e spettacoli. Guidando sulla Route 66 da Oklaoma City a Tulsa, percorrerete il tratto rettilineo più lungo della “Main Street of America” e visiterete luoghi come Round Barn e il Route 66 Museum che si trovano lungo la strada. I Gilcrease Museum a Tulsa ospita la più ampia collezione di arte western americana del mondo. Fuori dalla città c’è una natura rigogliosa fatta dai boschi e foreste del Green Country. L’Oklaoma è uno dei soli quattro stati con più di dieci differenti ambienti naturali. Praterie, caverne, foreste, crepacci, montagne e oltre 200 laghi artificiali ideali per andare a barca e pescare.

 

Al centro delle vaste praterie americane, “seduto” sopra l’Oklaoma, sorge il Kansas che sorprende i visitatori con la varietà dei suoi paesaggi. Questo stato ospita l’ultima prateria del nord America dove cresce una particolare tipo di vegetazione a stelo lungo;inoltre ci sono 320 specie di uccelli che vivono nelle paludi chiamate Cheyenne Bottoms oltre ai maestosi canyon e altipiani delle Gypsum Hills.
Il Kansas ha un particolare “sense of humor”. Qui, nella cittadina di Cawker City, si trova la più grande balla di fieno al mondo, mentre a LaCrosse c’è l’unico museo al mondo dedicato al fil di ferro, oltre a tante altre insolite attrazioni. La tradizione del vecchio west è diffusa in tutto il Kansas. Non mancate una visita all’accurata ricostruzione storica di una delle maggiori città di fuorilegge del selvaggio west, in esposizione presso il Boot Hill Museum di Dodge City oppure fate una passeggiata tra cowboy ed allevatori nel Wichita’s Old Cowtwon, un vero museo western vivente. E’ insolito cenare in un antico carro come quelli usati dai pionieri nelle carovane con un menù decisamente tradizionale – carne alla brace, biscotti al latticello e burro e fagioli. A seguire non potrete che pernottare in uno dei ranch/allevamenti della zona.A Hutchinson, la Kansas Cosmosphere e lo Space Museum, una sede distaccata del celebre Smithsonian, espongono una delle collezioni più complete al mondo di oggetti legati ai viaggi nello spazio.

 

Ad ovest del Texas, 3 diverse culture – Nativi americani, spagnoli e cowboys – convivono del New Mexico. Albuquerque è la città più grande dello stato.Nella Old Town, fondata dagli spagnoli nel 1706, è possibile acquistare i tipici gioielli con pietre di turchese. Assaggiate il cibo, imparate le tradizioni dei 19 pueblos (tradizionali comunità Indiane del sud ovest) del New Mexico, visitando l’Indian Pueblo Cultural Center. Per tutto l’anno la città ospita numerosi eventi e festival. Oltre 700 mongolfi ere si levano in cielo mentre migliaia di persone arrivano in città per ammirare l’annuale Ballon Fiesta che si svolge ogni anno all’inizio di ottobre. Percorrendo il Turquoise Trail un territorio di foreste, canyon e formazioni rocciose, vi sposterete da Albuquerque a Santa Fe. Se non vi fermerete per ammirare il panorama, lo farete per percorrere una strada secondaria che vi condurrà al Tinkertown Museum di Sandia Park per ammirare alcune figure in miniatura intagliate nel legno e a Madrid, dove sorge una città fantasma e 30 gallerie d’arte.La tradizione del vecchio west è diffusa in tutto il Kansas. Non mancate una visita all’accurata ricostruzione storica di una delle maggiori città di fuorilegge del selvaggio west, in esposizione presso il Boot Hill Museum di Dodge City oppure fate una passeggiata tra cowboy ed allevatori nel Wichita’s Old Cowtwon, un vero museo western vivente. E’ insolito cenare in un antico carro come quelli usati dai pionieri nelle carovane con un menù decisamente tradizionale – carne alla brace, biscotti al latticello e burro e fagioli. A seguire non potrete che pernottare in uno dei ranch/allevamenti della zona. A Hutchinson, la Kansas Cosmosphere e lo Space Museum, una sede distaccata del celebre Smithsonian, espongono una delle collezioni più complete al mondo di oggetti legati ai viaggi nello spazio. Santa Fe, la capitale dello stato, è un fi orente centro di arte e cultura. Gallerie, boutique e ristoranti sono praticamente ovunque. Dirigetevi a Canyon’s Road dove le 90 gallerie d’arte aprono il venerdì le loro sale per accogliere i visitatori, offrendo vino e formaggio. Arte folk, contemporanea, nativa e spagnola sono tutte rappresentate in molti musei. Il museo dedicato a Georgia O’Keefe ospita oltre 3000 delle opere dell’artista. I pueblos organizzano anche un mercato per vendere i loro lavori artigianali lungo il Palace of Governors, un edifi cio storico che risale al 1610. Fuori dalle principali città il territorio del New Mexico è geologicamente ricco e qui sorgono incantevoli piccole città. Tutte le attrazioni della zona danno spazio all’avventura; per esempio percorrendo la High Road da Santa Fe attraverserete un territorio di particolari formazioni rocciose fi no ad arrivare alla cittadina di Taos, divenuta oggi una colonia di artisti; visitando le colline di sabbia bianca del White Sands National Monument; perlustrando le 100 grotte e caverne di Carlsbad Caverns; recandovi al Bandelier National Monument dove è possibile esplorare un antico insediamento di Nativi e pueblos.

 

Il paesaggio stupefacente del New Mexico continua fino all’Arizona. E’ come un crescendo di emozioni visive.Al confine dell’Arizona sorge il Grand Canyon, una delle sette meraviglie naturali del mondo. Nonostante i tentativi, i fotografi non sono mai riusciti a catturare la sua maestosità. All’alba e al tramonto uno spettacolo naturale di luci e colori rendono magiche le pareti del canyon, alte circa 1 miglio, in fondo al quale scorre il fi ume Colorado. Nel South Rim si susseguono i punti panoramici ma si può anche scendere nel canyon con un trekking diurno o notturno, oppure con un percorso effettuato sulla groppa di muli. Non ultima, l’opportunità di fare rafting sulle acque del
fiume Colorado. Da qui in tutte le direzioni si prosegua, si scopriranno altre meraviglie della natura; a sud ci sono gli altissimi cactus del Saguaro National Park; nella regione centrale dello stato ci sono foreste di pini, formazioni di rocce dal colore rossastro e le montagne della Coconino National Forest dove è possibile sciare; a nord est non perdete il Petrifi ed Forest National Park (dove si trovano ancora reperti naturali come le tracce dei dinosauri) ed il Painted Desert, il cui territorio cambia colorazione a secondo della diversa posizione del sole nel cielo.

 

I centri urbani dell’Arizona offrono al tempo stesso cultura e divertimento. A Phoenix, la città più grande dello stato sorge in Copper Square, un complesso di 90 tra ristoranti, negozi, musei e luoghi per eventi artistici ma anche sportivi. Visitando l’Heard Museum si potranno approfondire le notizie sulla storia e la cultura dei Nativi. Nella vicina Scottsdale è divertente fare shopping nell’incantevole Old Town e successivamente 200 campi da golf in tutta l’area di Phoenix e Scottsdale e numerosi itinerari di trekking sulle montagne circostanti, da percorrere a piedi o in mountain bike. La regione centrale dell’Arizona è fatta di cittadine ed attività piuttosto eclettiche; si può sciare sulle montagne vicino a Flagstaff; esplorare i pinnacoli di roccia calcarea di colore arancio di Pedona o più semplicemente rilassarsi bevendo un drink in uno dei saloon di Jerome.

 

Tucson, nel sud est dello stato, è la porta d’entrata in un territorio fatto di storici insediamenti minerari e più moderne attrazioni. Nella città il Presidio Historic District è un quartiere di negozi e gallerie d’arte mentre visitando l’Arizona-Sonora Desert Museum si viene a conoscenza delle centinaia di specie animali e vegetali esistenti nell’area. A Tucson si svolge inoltre ogni anno, nel mese di febbraio, la più grande fiera di pietre naturali e preziose del mondo. Numerosi anche qui i campi da golf. La scoperta dell’argento ha formalizzato la presenza del Nevada sulle mappe geografi che. Oggi c’è un altro genere di “luci” che attira i visitatori.

 

Al confine con l’Arizona, Las Vegas è come un carosello di luci nel deserto, con centinaia di resort, hotel e casinò. Non è necessario dedicare tutto il giorno ai giochi d’azzardo. Vastissimi complessi alberghieri offrono praticamente tutto, dallo shopping alle attrazioni come parchi zoologici e montagne russe in un fantastico mondo artifi ciale. Recatevi sul celebre “Strip” e immergetevi nel fiume dedicare del tempo per visitare Taliesin West, un complesso edificio di 195 ettari considerato uno dei capolavori di Frank Lloyd Wright. Ci sono poi oltre di gente. E’ possibile assistere ad uno spettacolo televisivo registrato dalla CBS al MGM Grand oppure passeggiare in una Manhattan artificiale visitando l’hotel New York – New York o anche fare un giro in gondola lungo i canali del Venetian. Al Mandalay bay oltre 2000 specie acquatiche sono ospiti del famoso Shark Reef Aquarium.  Il Wynn Las Vegas, un investimento da 2,7 miliardi di dollari, è attualmente il resort più costoso ed è stato realizzato in una montagna artificiale.Oltre 30 milioni di visitatori vengono ogni anno a Las Vegas, attratti dagli spettacoli e concerti di famosi artisti oltre che dalle produzioni di musical e spettacoli teatrali più affermate nel mondo. Il Cirque du Soleil ha in cartellone 6 differenti spettacoli permanenti. “O” in palcoscenico al Bellagio, è uno spettacolo di acrobati, danzatori e nuotatori che si esibiscono dentro e fuori dall’acqua. Fuori da Las Vegas il paesaggio ha anch’esso un suo fascino. In tutto lo stato ci sono 300 montagne e numerosi territori desertici. Nel Valley of Fire State Park, caratterizzato da formazioni di rocce rossastre, è possibile osservare testimonianze delle antiche tribù Native. Nel Great Basin National Park, la vetta del MtWheeler supera i 3900 metri. E’ possibile anche prendere una barca ed andare a pesca nel Pyramid Lake, dove il blu delle acque contrasta in maniera straordinaria con le gradazioni del marrone e ocra delle colline desertiche circostanti. Gli itinerari in auto sono la maniera migliore per visitare tutta l’America e di certo anche il Nevada.Percorrendo la I80, che segue il percorso effettuato dalle antiche carovane dei pionieri, si incontreranno cittadine del vecchio west e paesaggi di montagna. In auto prendete anche la H50, denominata la “strada più solitaria d’America”: è come fare un salto nel passato quando il west degli USA era praticamente disabitato. Fate una fermata ad Ely, antica cittadina mineraria, dove è possibile salire sopra un tradizionale treno a carbone. Vicino al confine con la California, Reno offre ai turisti alcuni casinò e numerose attività all’aria aperta. Escursioni in kayak si possono fare nel Truckee River Whitewater Park, in pieno centro città. A seguire dirigetevi verso Lake Tahoe per sciare, oppure per fare un percorso di trekking a piedi o in mountain bike.