Alaska

ALLA SCOPERTA DELL’ALASKA

Cinque regioni per un’incredibile avventura Solo un viaggio lungo un’intera vita ti permetterebbe di scoprire le innumerevoli meraviglie che l’Alaska è in grado di offrirti. Ciò è senza dubbio impossibile! Per questa ragione, i nostri esperti di viaggi hanno escogitato un piano che divide lo stato in cinque distinte regioni, e che quindi facilita il turista nella ricerca delle attrazioni del paese. Potremmo perfino parlare di cinque vacanze in una: se da un lato ogni zona dell’Alaska è ricca di storia, cultura, paesaggi e natura, dall’altro ogni regione presenta aspetti che sono rari e unici.

Inside Passage

Destinazione popolare per gli amanti delle crociere, l’Inside Passage si caratterizza per il suo variegato patrimonio paesaggistico, gli affascinanti ghiacciai e la natura selvaggia. Percorrendo questo “passo” il visitatore può venire in contatto con due distinte culture (quella locale e quella Russa), oltre ad ammirare i fiordi che collegano le comunità costiere e sono facilmente navigabili con navi da crociera, traghetti e idrovolanti.  Andare da un’isola all’altra è uno dei modi consigliati per vedere le suggestive attrazioni delll’Inside Passage tra cui ricordiamo:

-ll Parco Nazionale Glacier Bay

-Manufatti locali e totem situati nel Parco Nazionale Sitka

-Il più grande numero di “totem poles” (tipiche sculture monumentali integliate e ricavate interamente da un albero di cedro) custoditi  negli Stati Uniti presso il Ketchikan’s Totem Heritage Center

– La storia della corsa all’oro del Klondike conservata nella facciata centrale di Skagway e lungo il White Pass e la ferrovia Yukon.

La Regione Centro-Meridionale

Più della metà della popolazione dell’Alaska vive nella regione centro-meridionale del paese che risulta essere anche quella più facilmente accessibile. Anchorage è la città più grande dell’Alaska: è il centro della vita economica del paese, ed è munita di una multitudine di ristoranti, cinema e negozi. Tuttavia, Anchorage e la sua area limitrofa è molto di più di una semplice e caotica metropoli. Qualsiasi direzione decidiate di prendere, vi ritroverete sempre in uno dei luoghi più popolari dell’Alaska. A sud si trova la penisola di Kenai, principale meta per i pescatori in Alaska. A nord invece vi è la valle Mat-Su, famosa per i suoi vegetali giganti, e la Talkeetna, trampolino di lancio per tutti quegli scalatori che si imbattono nella conquista del monte McKinley, la seconda vetta più alta al mondo. Si trova ad una giornata di guida  da McCarthy e la città dei fantasmi del Kennicott,  situata all’interno del Wrangell-St Elias, il più grande parco nazionale dell’Alaska.  Pittoresche e moderne cittadine costituiscono un campo base per l’esporazione di ghiacciai, fare del rafting e conoscere la storia della miniera di rame del Kennecott, un tempo fiorente.

Il Sudovest

Per coloro in cerca di natura selvaggia, il sud-ovest dell’Alaska è il posto giusto per trovarla ed ammirarla. Il parco nazionale Katmai ospita più di 2.000 orsi bruni e anche la famosa  Valle dei Diecimila Fumi. Polo principale della regione è l’isola di Kodiak, facilmente raggiungibile con piccoli aerei o attraverso il servizio di traghetti dell’Alaska Marine Highway System. I visitatori possono ammirare una moltitudine di volatili e creature marine dalle città situate lungo la catena delle isole Aleutine che si protendono per oltre 1.600 chilometri verso l’Asia.  Accessibile via aerea da Anchorage o via traghetto dall’isola di Kodiak, la città di Unalaska, che include Port Dutch Arbor, offre diverse attività: passeggiate, pesca, arrampicate e kayak.  Inoltre Dutch Harbor si distingue per avere il maggior pescato della nazione sia in termini di quantità che di valore.

La Regione Interna

La regione interna dell’Alaska è la destinazione ideale per coloro che amano l’avventura. L’area vanta infatti spettacolari vedute della Catena dell’Alaska e del parco nazionale di Denali. Quest’ultimo copre un’estensione superiore a sei milioni di acri e ospita il Monte McKinley, alto 6.193 metri.  Questo parco naturale è raggiungibile in diversi modi: attraverso la Parks Highway arrivando da Anchorage o da Fairbanks, oppure con la ferrovia.  Spostandoci più a nord, nel Pioneer Park si può cogliere la ricca storia del periodo dell’oro di Fairbanks, cercando l’oro nel fiume oppure attraversando il fiume Chena con un battello a vapore o in kayak.  In estate Fairbanks gode di 20 ore di luce al giorno, offrendo  molto tempo per visitare le innumerevoli attrazioni come il Museo del Nord mentre in inverno è uno dei luoghi migliori per ammirare le luci del Nord.

La Regione Artica

Essendo una delle regioni più variegate dell’Alaska, la Regione Artica offre  la possibilità di vivere la cultura locale più autentica. Barrow è la città più a nord degli Stati Uniti e ospita una delle più grandi comunità eschimesi. In questa regione, il sole non tramonta per 82 giorni in estate, perciò è conveniente programmare una gita nel periodo compreso tra maggio ed agosto. I tour operators organizzano escursioni per osservare gli orsi polari, viaggi fotografici e altro ancora. La città di Nome è nota per avere una ricca storia del periodo della corsa dell’oro e ogni anno a marzo segna la fine della Iditarod Trail Sled Dog Race, la più lunga gara di slitte trainate da cani al mondo. Anche se può sembrare impossibile, si può visitare la Regione Artica in un giorno, con un viaggio via terra o in volo da Fairbanks a Coldfood, una delle poche comunità a nord del Circolo Artico accessibile via strada. Oppure si può volare fino a Bettles, una città adatta a escursionisti indipendenti, viaggiatori avventurieri e pescatori.

VIAGGIARE IN ALASKA

Esistono diversi modi per visitare l’Alaska, un territorio che si estende per più di 917.326 chilometri.  Affitando una macchina o una roulotte si può esplorare il paese in modo più indipendente e scoprire comunità, parchi e panorami meno conosciuti. Il sistema ferroviario offre la possibilità di raggiungere quelle aree che non sono accessibili attraverso la strada.  Oppure visitarla via terra e via mare servendosi dei traghetti dell’Alaska Marine Highway System, noto anche come “National Scenic Byway”.  Se le aeree remote dell’Alaska sono previste nell’itinerario, basta salire a bordo di un piccolo aereo da diporto per esplorare  i villaggi locali e girare attorno al Monte  McKinley; si può anche optare  per una più rapida visita alle più importanti comunità.  Sono molti i tour operators italiani che offrono vacanze in Alaska.

La Scenic Highway e Byway

L’Alaska è grande e le principali attrazioni sono molto distanti tra loro, più di quanto si possa  immaginare. Uno dei modi migliori per visitare gran parte dello stato è affittare una macchina o una roulotte e viaggiare lungo le “Scenic Roadways”, un sistema di strade riconosciute dallo stato e dai programmi federali per le loro qualità panoramiche, culturali e storiche.  La maggior parte delle strade pubbliche dell’Alaska sono asfaltate e offrono una moltitudine di attrazioni.  Tuttavia, alcune strade non sono asfaltate, quindi una ricerca anticipata è vivamente consigliata per verificarne lo stato. Il “Milepost”, ormai noto per essere una sorta di Bibbia per quanto riguarda le informazioni stradali, è un buon riferimento per pianificare un itinerario di viaggio e anche per sapere dove trovare le attrazioni e i campeggi – http://milepost.com/

L’Alaska in treno

Ogni anno più di cinquecento mila persone si avvalgono del sistema ferroviario dello stato dell’Alaska per viaggiare nella zona centro-meridionale ed interna del paese e per godere del grandioso panorama offerto dalle coste, dalla campagna e dalle maestose montagne. Il sistema ferroviario del paese è moderno e offre un servizio che va da Seward e Whittier  a Fairbanks, passando attraverso Anchorage e il parco nazionale di Denali. La ferrovia offre dunque la possibilità di accedere a mete più famose e visitate, ma anche a quelle che non possono essere raggiunte attaverso il sistema stradale. Le carrozze del treno sono di vetro e offrono in questo modo viste panoramiche oltre ad un eccelente servizio. I viaggiatori possono scegliere  tra la “Adventure Class” che è una classe turistica e il “Gold Star Service”, la cosiddetta prima classe. Ad ogni modo, viaggiare con la ferrovia non è solo comodo, conveniente e spensierato, ma anche una vera e propria avventura.

L’Alaska in crociera

L’Alaska  possiede una costa che è la più estesa del totale di tutte le coste statunitensi. Il modo migliore per ammirarle tutte è sicuramente da una nave da crociera. Le navi da crociera “tutto incluso” offrono viaggi che iniziano e terminano sia dal punto più a nord, la città di Nom, sia dal punto più a sud, cioè da Vancouver in Canada o da Seattle e perfino da San Francisco.  Mentre le grandi navi sono dotate di tutti i servizi e le attrazioni possibli, le navi più piccole invece creano un clima molto più personale, e grazie alle loro modeste dimensioni sono in grado di raggiungere zone difficilmente accessibili con navi più grandi. Viaggiare con il traghetto è un modo semplice e veloce  per passare da un luogo ad un’altro. Noto per la sua indipendenza, il servizio “hop on/hop off” offre anche la possibilità di vivere un’esperienza da campeggiatori, dal momento che permette  ai viaggiatori di montare le tende in coperta. La flotta costituita da undici navi di colore blu scuro – conosciuti come le “canoe blu” – collega 32 comunità costiere e naviga per 5.632 chilometri  lungo l’Inside Passage, la penisola di Kenai, lo stretto di Prince William e la catena delle isole Aleutine.

Alaska in aereo

Raggiungere l’Alaska è semplice. In estate la compagnia aerea Condor Airlines, offre un servizio non-stop che collega l’Europa alle città di Anchorage e Fairbanks. Diverse  compagnie aeree inoltre collegano l’Alaska con le città del resto degli Stati Uniti. Molte città dell’Alaska hanno a disposizione un servizio di “jet”, mentre le zone più remote dello stato possono essere raggiunte con piccoli aerei da diporto. È consigliabile visitare l’Alaska con l’aereo vista la vasta zona dello stato. È inoltre  facile trovare un volo che vada da un punto all’altro. Con più piloti pro-capite rispetto a qualsiasi altro stato (uno su 66 residenti può vantarsi di essere pilota), non viene mai a meno l’opportunità di ammirare il grande stato dell’Alaska dall’alto.  Si può decidere di girare attorno al maestoso Monte McKinley con una gita aerea da Anchorage e della valle Mat-Su.  Oppure ammirare dall’alto gli orsi bruni del Parco Nazionale e Riserva di Katmai, o atterrare su un ghiacciaio e imparare a guidare una slitta trainata da cani a Girdwood, Seward, Juneau.

Per informazioni contattare:

Alaska Travel Industry Association

2600 Cordova Street, Ste 201

Anchorage, AK 99503

T: (907) 929-2842

F: (907) 561-5727

www.TravelAlaska.com