IL MIAMI BEACH CONVENTION CENTER OSPITERÀ UNA COLLEZIONE DI ARTE PUBBLICA SENZA PRECEDENTI

La tanto attesa trasformazione del centro congressi di Miami coinvolgerà sei artisti riconosciuti a livello internazionale per celebrare lo spirito vibrante, la multiculturalità e la scena artistica della città

Milano, 24 maggio 2017 Tutti gli occhi sono puntati su Greater Miami and The Beaches poichè la tanto attesa ristrutturazione ed espansione del centro congressi si avvicina al termine dei lavori. Molto più che un progetto edilizio da 615 milioni di dollari, il Miami Beach Convention Center celebra l’arte, la cultura e l’ambiente naturale di Miami.  Con un’attenzione per le arti senza precedenti, la destinazione ha investito circa 7 milioni di dollari in opere di arte pubblica in tutto il centro congressi, una delle più imponenti opere pubbliche mai commissionate nella nazione.

“Le infrastrutture all’avanguardia, gli hotel e il clima tropicale di Miami attirano ogni anno più di 1,3 milioni di viaggiatori d’affari e congressisti. Il prossimo anno il Miami Beach Convention Center giocherà un ruolo fondamentale nel rendere la destinazione una meta ideale per meeting, eventi e convegni di alto livello in tutta la città”, ha dichiarato William D. Talbert, III, CDME, Presidente e CEO di Greater Miami Convention and Visitors Bureau. “L’incredibile collezione d’arte del centro congressi andrà ad aggiungersi alla nostra rinomata offerta museale, tra cui spicca il nuovissimo Patricia and Phillip Frost Museum of Science, consolidando la reputazione di Miami quale destinazione internazionale per le arti”.

I sei diversi artisti contemporanei che hanno aderito al progetto sono stati attentamente selezionati dal Miami Beach Art in Public Places Committee tra oltre 520 artisti provenienti da tutto il mondo. Ogni artista creerà un’imponente installazione ad hoc relativa a Miami Beach. Le opere saranno posizionate all’interno del centro congressi e nei parchi e includeranno: 

–              Bent Pool, una scultura all’aperto che rappresenta una piscina piegata su stessa che crea un impressionante arco, di Elmgreen & Dragset (Londra / Berlino).

–              Mental Maps, un murales che rappresenta l’anima cosmopolita e il turismo internazionale di Miami Beach, di Franz Ackermann (Berlino).

–              Waterways, una serie di pannelli in vetro incisi che rappresentano il legame di Miami con l’acqua, di Ellen Harvey (New York).

–              Located World, Miami Beach, un’installazione posta all’ingresso principale del centro congressi e composta da 250 neon che indicano la posizione di Miami Beach nel mondo, opera del pioniere dell’arte concettuale Joseph Kosuth (Londra/New York).

–              Morris Lapidus, una grande istallazione in tela sulle mura esterne dell’ingresso nord-est del centro congressi, di Sarah Morris (New York).

–              Humanoids, una serie di sculture all’aperto nel parco della ballroom nell’ala nord-est, di Joep Van Lieshout (Rotterdam).

La città ha iniziato a commissionare gli artisti più di due anni fa e le opere verranno esposte in occasione dell’apertura del centro congressi, nell’autunno 2018. Si tratta della più grande risposta ad una committenza di arte pubblica nella storia della contea di Miami-Dade. L’investimento di 615 milioni di dollari per il Miami Beach Convention Center fa parte del piano di sviluppo di Miami and the Beaches nel settore meeting e congressi, con  nuovi progetti infrastrutturali.

Una volta il centro ospitava i campionati di boxe di Muhammad Ali, l’NFL Super Bowl Media, oltre che le Conferenze Nazionali NAACP e le Conventions dei Democratici e dei Repubblicani. Oggi il Miami Beach Convention Center ospita Art Basel Miami Beach e Design Miami ed è stato ripensato come un’infrastruttura all’avanguardia con certificazione LEED che comprende oltre 46.452 metri quadrati di spazio espositivo, una nuova ballroom di 5.574 metri quadrati e 81 nuove break-out rooms che si estendono su 17,652 metri quadrati. Il Miami Beach Convention Center è il punto i riferimento dell’industria MICE per il Greater Miami Convention and Visitors Bureau, che genererà un impatto economico di quasi 2 miliardi di dollari sulla destinazione e creerà quasi 1.500 nuovi posti di lavoro.

Un rinnovato centro congressi, un aeroporto internazionale all’avanguardia e in posizione centrale, temperature che raggiungono i 24° C tutto l’anno e circa 50.000 camere d’hotel, da eleganti boutique hotel fino a resort sulla spiaggia e golf resort: tutti questi elementi contribuiranno all’evoluzione di Miami quale perfetta destinazione MICE ogni mese dell’anno.

Per maggiori informazioni sul futuro Miami Beach Convention Center e i meeting che si svolgono a Miami, visitare il sito:  www.MiamiMeetings.com.

Per pianificare un soggiorno a Greater Miami and the Beaches, visitare il sito in italiano miamiandbeaches.it.

Connect with MIAMI:

Greater Miami Convention & Visitors Bureau (GMCVB) è l’organismo ufficiale, non profit, per le azioni di Sales e Marketing, la cui missione è quella di attrarre visitatori a Greater Miami e The Beaches per piacere, affari, congressi e eventi.

Per informazioni e materiale fotografico, contattare:

Ufficio Stampa Greater Miami CVB Italia
Tel. 02 43458331 – Gmcvbpress.italy@aviareps.com
www.miamiandbeaches.it
Facebook.com/visitmiami
Twitter.com/miamiandbeaches
Instagram.com/miamiandbeaches
Pinterest.com/miamiandbeaches