Le ultime News da T&A

Pietro Romano, Mesotour Viaggi (Palermo), Agente del Mese.

La rubrica l’Agente del Mese di Tu-rismo&Attualità sbarca a Palermo per celebrare il successo di Pietro Romano, Mesotour Viaggi, che attraverso la partecipazione ai nostri webinar ed ai corsi di formazione online sulla piattaforma T&A Adv Training ha raggiunto il più alto numero di Specialist Point nel mese di agosto. Un agente di viaggio navigato, in trincea dal lontano 1981 e con un ricco bagaglio di esperienza: “A quei tempi – ci rac- conta – erano le agenzie di viaggio che cercavano i nuovi impiegati tra le liste dei neo diplomati, scegliendo tra quelli che vantavano i migliori curriculum scolastici. Prima di arrivare alla Mesotour Viaggi sono stato impiegato presso altre 2 agenzie per dodici anni, poi nel 1994 abbiamo pensato, insieme ad altri 2 colleghi con cui lavoravo nella stessa azienda, di crearne una nostra, unendo la nostra esperienza, ognuno nel proprio settore, la nostra voglia di fare e il nostro entusiasmo. All’inizio nasce il Tuareg srl, Tour Operator, dopo circa 1 anno e mezzo nasce la Mesotour Viaggi, di cui sono direttore tecnico e responsabile insieme ai miei soci Donata Marino, Luigi Solazzo e Vincenzo Lo Cascio”. Una realtà solida nel panorama distributivo siciliano: “Oggi siamo diventati un punto di riferimento – continua Romano – siamo cresciuti nel corso degli anni, diventando una delle società turistiche lavorative della Sicilia tra le più complete e le più professionali”. Un vero punto di riferimento costruito mattone dopo mattone, grazie a qualità del lavoro, competenza e professionalità: “Abbiamo puntato sulla formazione – sottolinea Romano – fattore imprescindibile di ogni agente, è chiaro che non basta solo il tuo viaggiare, i tuoi viaggi di lavoro, i fam trip, per avere una preparazione a 360 gradi. Credo sia necessario utlizzare gli strumenti come i webinar, i corsi di formazione on line, le fiere, le visite navi, le serate dei vari enti turistici o dei vari tour operator, tutto serve e tutto torna utile, non è tempo speso inutilmente. Tutte queste esperienze, tutto questo bagaglio formativo, farà la differenza fra te e altri colleghi”. Motivazioni e voglia di crescere per un agente di viaggio che si definisce ‘webinar dipendente’ e che ha le idee molto chiare sul suo lavoro: “Per me il rapporto con un cliente non termina con la vendita, l’incasso del viaggio e la consegna dei documenti ma continua con un messaggio o una telefonata prima durante e dopo la vacanza e mi adopero nel caso di un problema o di una difficoltà. Il cliente deve poter pensare che tu ci sei lì pronto e presente e con un trattamento del genere un cliente ti rimane fedele e difficilmente ti tradisce”. Disponibilità da una parte ma nessun timore al cospetto di un’utenza sempre più battagliera: “La nostra categoria dovrebbe avere il coraggio di osare di più ed avere meno timore del cliente stesso. Un esempio su tutti, la questione dei preventivi. quanti preventivi facciamo ai clienti, quanto tempo facciamo perdere ai vari tour operator, quando te li puoi fare da soli. Quante volte si è parlato di fare pagare un tot ai clienti per i preventivi fatti, per poi rimborsarlo nel caso di conferma del viaggio, per evitare che i clienti possano girare chissà quante agenzie, alla ricerca di quella che ti fa lo sconto maggiore. Ma nessuno lo fa per paura di perdere la vendita, ecco con una coesione maggiore a livello corporativo potremmo aggirare il problema con una regola comune”. E se in epoca social il web non può non giocare un ruolo importante, l’aspetto umano, secondo Romano ma anche secondo noi, “continuerà ad essere l’elemento fondamentale e principale fin quando esisteranno le agenzie di viaggio”

IL RUOLO DI VISITUSA
“Ho scoperto casualmente l’associazione grazie ad una mail ricevuta da Roberta D’Amato, direttore generale T&A Adv Training, che riportava l’elenco di tutti webinar dell’anno 2015. Ho cercato le informazioni sull’associazione, finalità, scopi perseguiti, cosa mi poteva dare fare parte dell’associazione e mi sono reso conto che avevo solo da guadagnare. Investire il mio tempo nel seguire tutte le attività dell’Associazione mi ha ripagato con tante soddisfazioni, con tante nuove conoscenze, persone che credono in un progetto e animate da una stessa passione, con incontri di lavoro dove ho guadagnato anche dei premi, ad ottobre/novembre dovrei volare a Boston. L’associazione mi ha fatto meglio comprendere come approcciarmi alla destinazione con una visione nuova, totalmente diversa da prima, mi ha aperto gli occhi su un mondo da me poco conosciuto”.