Dal 1° Novembre The Buccaneer Hotel di St.Croix, Isole Vergini USA torna a dare il benvenuto ai vacanzieri

Con il miglioramento delle condizioni, riprende pian piano la normalità. La valutazione finale dei danni strutturali per il piccolo arcipelago “stelle & strisce” ammonta a 5,5 miliardi di dollari.

Ottobre 2017 – L’arcipelago delle US Virgin Islands sembra voler accelerare la ripresa del turismo dopo gli uragani Irma e Maria che a Settembre hanno messo in ginocchio il Territorio statunitense. La Commissioner del Turismo Sig.ra Beverly Nicholson-Doty annuncia la riapertura di voli commerciali degli Aeroporti di St.Croix e St.Thomas mentre il grande albergo “porta-bandiera” di St.Croix – The Buccaneer – accetta le prenotazioni per gli ospiti in arrivo dal 1° Novembre 2017 in poi. Gli incontri con i partner dei trasporti hanno prodotto operatività da parte di JETBLUE che si aggiunge ad AMERICAN AIRLINES in entrambi gli aeroporti isolani, così come operatività confermata per i voli DELTA AIR LINES e SPIRIT AIRLINES da-e-per St.Thomas. I collegamenti inter-insulari tra St.Thomas e St.Croix sono tornati operativi grazie a AIR SUNSHINE, CAPE AIR e SEABORN AIRLINES. Man mano che le condizioni migliorano, anche il piano dei voli torna alla normalità.

THE BUCCANEER é l’unica in tutta la regione dei Caraibi a fregiarsi di appartenere alla collezione degli Historic Hotel of America, ha subito pochi danni dal passaggio di Maria ed é sempre stato operativo dando accoglienza alle squadre federali di soccorso che ancora oggi occupano talune abitazioni. Dal 1° Novembre i vacanzieri possono soggiornarvi poiché i servizi principali sono tutti attivi: dalla bella spiaggia Mermaid Beach, il campo da golf 18 buche ed i campi da tennis, la piscina, la spa ed il Mermaid Restaurant sulla spiaggia. Inoltre: il resort ospita l’annuale ST.CROIX CORAL REEF SWIM del 5 Novembre, alla sua 22° edizione, competizione che attira nuotatori sportivi ed atleti di livello internazionale in diverse gare di nuoto che fanno della Mermaid Beach del Buccaneer il principale scenario.

La Commissioner continua instancabilmente a confrontarsi con tutti i partner isolani del settore turismo e con gli albergatori con lo scopo di accelerare la riapertura al turismo, dare assistenza ad alberghi, attrattive e a tutti quei servizi commerciali che si relazionano strettamente al comparto, così da stabilire – conformemente al ripristino della corrente ed alla erogazione dell’acqua potabile – la riapertura degli esercizi. Tutti i porti sono aperti per dare il benvenuto alle navi da crociera a Novembre.

Nel frattempo operazioni di pulizia sono in corso a Frederiksted, St.Croix, mentre molteplici ristoranti, negozi ed attività a Christansted sono già attivi poiché situati sul versante orientale dell’isola. Similarmente negozi, ristoranti ed attrattive a St.Thomas sono in ripresa per dare il benvenuto ai clienti. Il downtown di Charlotte Amalie, la zona dello shopping esentasse e gli esercizi commerciali sulla Main Street ed il centro commerciale di Havensight Mall sono pronti all’apertura con energia ed acqua già disponibile.

Sulla piccola isola di St. John stanno proseguendo i lavori di sgombero delle macerie, il restauro delle infrastrutture e la riapertura del Virgin Islands National Park. Molte spiagge delle isole sono in fase di riapertura nell’arco delle prossime settimane con il completamento del controllo della qualità delle acque da parte del Dipartimento della Pianificazione e delle Risorse Naturali.

Ogni ulteriore informazione é disponibile in www.usviupdate.com – Per le donazioni a supporto dell’arcipelago: https://www.usvirecovery.org/

INFO: Ufficio Turismo Isole Vergini Americane
www.isoleverginiusa.it – FB @ISOLEVERGINIUSA